Vai alla classifica dei conti deposito

Conto deposito IW Bank

La banca milanese fondata nel 1999 si è sempre caratterizzata per i suoi prodotti pensati per una gestione online ottimale dei risparmi.

Tuttavia, nel 2022, IW Bank è stata assorbita nella fusione tra il gruppo Intesa San Paolo e Ubi Bank. Di conseguenza, ogni tipo di conto IW Bank non è più sottoscrivibile.

Conto deposito iw bankIl conto deposito IW Bank rappresentava una delle migliori soluzioni che l’istituto aveva pensato per i propri clienti.

IW Power, il conto deposito IW Bank riservato ai nuovi clienti oppure a chi trasferiva nuova liquidità, offriva tipologie di investimento libere e vincolate. IW Power Special a vista era il conto deposito libero che non prevedeva importi minimi o massimi e offriva la possibilità di accesso immediato al capitale depositato.

Rendimento: tasso di interesse applicato

L’offerta si proponeva con un rendimento annuo lordo dello 0,5% e l’accredito trimestrale degli interessi maturati.

Per i clienti che invece pensavano a una forma di investimento vincolato IW Bank offriva IW Power 3 + 3. Il conto deposito prevedeva il mantenimento delle somme depositate per un periodo di sei mesi con un rendimento medio annuo lordo dello 0,5%.

Il calcolo del rendimento medio si basava su un periodo di tempo di tre mesi, con un tasso di interesse lordo del 0,3% (0,22% netto), seguito da un altro periodo di tre mesi con un rendimento dell’0,7% (0,52% netto). La percentuale di interesse applicata al contratto di deposito era del 0,05% all’anno.

Inoltre, era previsto un bonus di fedeltà del 0,25% per i fondi bloccati fino al 31 marzo 2018 e del 0,65% per il resto del periodo. Tale incentivo veniva concesso esclusivamente ai clienti che mantenevano le somme depositate senza effettuare alcuna transazione, neanche parziale, per l’intera durata del vincolo.

Non vi erano limiti minimi, mentre l’importo massimo allocabile ammontava a 5 milioni di €. In caso di deallocazione del capitale in data anteriore alla scadenza i clienti si vedevano riconosciuti gli interessi maturati fino a quel momento, senza ottenimento del bonus fedeltà, ovvero la banca riconosceva un tasso lordo annuo pari allo 0,05%.

Non erano previsti costi di gestione applicati dalla banca. Tuttavia, trattandosi di una forma di investimento, i proventi derivanti dai conti deposito venivano assoggettati alla tassazione sulle rendite finanziarie pari al 26%. L’importo netto riportato tra parentesi per ogni periodo teneva conto di questa trattenuta. Da considerare infine l’imposta di bollo, che attualmente corrispondeva allo 0,2% del deposito vincolato. Entrata in vigore nel 2012, la tassa veniva calcolata annualmente sulla base della somma investita.

Per quanto riguardava invece la sicurezza offerta da questa forma di investimento, occorre precisare che il rimborso del capitale investito e degli interessi spettanti era garantito dall’adesione della Banca al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia, che assicuravano un risarcimento fino a 100.000,00 € per ogni soggetto.

Esempio di rendimento

Esempio dettagliato per investimento di € 50.000 su conto deposito IW Power 3+ 3 Dicembre 2017 – periodo dal 1 dicembre 2017 al 30 giugno 2018.

Periodo 1 dicembre 2017 – 31 marzo 2018:
€ 50.000 x 0,30% x 4/12 pari ad € 50.

Periodo 1 aprile 2018 – 30 giugno 2018
€ 50.000 x 0,70% x 3/12 pari ad € 87,5.

Totale interessi lordi di €137,50;
tassazione rendite finanziarie 26% pari ad €35,75;
interessi netti di €101,75;
imposta di bollo € 50.000 x 0,2% x 4/12 = € 33,33;
quindi proventi netti investimento pari ad € 68,42.

Come aprire il conto deposito

Per aprire un conto deposito IW Power, libero o vincolato, era possibile accedere alla pagina dedicata al prodotto e compilare tutti i campi con i propri dati anagrafici, il codice fiscale e gli estremi del proprio documento.

Indicando la propria e-mail il cliente riceveva in automatico sulla propria casella di posta elettronica la conferma dell’avvenuto ricevimento e le istruzioni per completare la procedura. I documenti allegati all’e-mail dovevano essere stampati, firmati e restituiti alla banca. L’apertura di un conto deposito IW Power era completamente gratuita.

Vedi anche come aprire un conto deposito.

Come chiudere il conto deposito

In caso di conto deposito libero la chiusura poteva essere fatta in qualsiasi momento, accedendo alla propria area personale e compilando la richiesta online.

Nel caso invece si trattasse di deposito vincolato la chiusura poteva esser fatta solo alla scadenza contrattuale prevista ovvero al 30 giugno 2018.

Come per l’apertura, anche la chiusura prevedeva una procedura completamente telematica.

Occorreva accedere alla propria area clienti e compilare il prospetto on line. La chiusura di un conto deposito IW Bank non comportava alcuna spesa.

Numero verde e foglio informativo

Per qualsiasi dubbio o richiesta era attivo il numero verde 800.99187. In caso di necessità di assistenza per i servizi di banca telefonica invece, il numero da comporre era 800.991188. Al momento dell’adesione all’offerta conto deposito IW Power veniva consegnato un foglio informativo, contenente un elenco dettagliato della stessa.

Tale foglio, debitamente firmato per presa visione, doveva essere restituito alla banca unitamente al contratto e costituiva parte integrante della pratica. Per maggiori informazioni: https://www.iwbank.it/comparti_remunerati.

OFFERTA CONSIGLIATA

Conto deposito IW Bank

- %

-

-

Nota bene: le condizioni previste possono variare nel tempo. Assicurati di verificare le ultime condizioni aggiornate sul sito ufficiale della banca.

Conti deposito da non perdere

Per te che cerchi un investimento sicuro con un buon rendimento, consulta la classifica aggiornata dei migliori conti deposito del 2024.

Ultimo aggiornamento: 22/05/2024