Vai alla classifica dei conti deposito

Conto deposito BBVA

Il conto deposito BBVA è un servizio finanziario a zero spese offerto dal gruppo bancario Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, storico gruppo nato in Spagna (precisamente nei Paesi Baschi) nella seconda metà dell’Ottocento, e che da allora ha avuto una forte espansione a livello internazionale.

Bbva conto depositoL’obiettivo principale di questo conto deposito è quello di consentire a un investitore di accumulare interessi sul proprio capitale depositato. Si tratta, quindi, di un servizio da considerare attentamente se si vuole far crescere i propri risparmi. Ricordiamo, infatti, che in generale il conto deposito rappresenta un tipo di investimento che consente di ottenere un guadagno stabile.

In questa guida analizzeremo le sue caratteristiche principali e quelle più importanti per i risparmiatori, ovvero i tassi di interesse, la gestione dei fondi e della liquidità, e la sicurezza offerta da questo conto. Vediamo, dunque, nel dettaglio cosa offre il conto deposito BBVA ai clienti che desiderano valorizzare i propri risparmi.

Cosa è il Conto Deposito BBVA

BBVA Conto Deposito rappresenta uno dei servizi accessori di spicco del conto corrente online di BBVA. Attraverso questo strumento, il titolare ha la possibilità di vincolare una specifica somma presenta sul proprio conto, per un determinato lasso di tempo. Concluso il periodo predefinito, la cifra vincolata viene trasferita sul conto principale con l’aggiunta degli interessi che, nel corso dei mesi, il cliente ha maturato (secondo il tasso stabilito da BBVA e che a breve scopriremo).

Sicuramente, a questo punto sorge spontanea una domanda: cosa differenzia il conto deposito BBVA dal conto corrente? Essenzialmente, il primo permette di far fruttare il proprio denaro, spostando e versando denaro dal proprio conto corrente principale, ma non consente il pagamento automatico delle utenze, l’accredito dello stipendio o della pensione; inoltre, non prevede la presenza di strumenti di pagamento come, ad esempio, carte di debito o di credito.

In pratica, chi desidera aprire un conto deposito BBVA deve possedere, innanzitutto, un conto corrente che possa fungere da appoggio e che permetta il trasferimento di denaro attraverso i bonifici o il giroconto.

Naturalmente, BBVA Conto Deposito può rappresentare un valido strumento per difendere i propri risparmi dall’inflazione. Come vedremo analizzando i tassi di interesse offerti dalla banca, infatti, il cliente ha il vantaggio di veder accrescere in modo discreto il valore totale della propria liquidità. Naturalmente, più la cifra depositata rimane in giacenza, più sarà alto l’interesse percepito. Sono infatti i tassi di interesse a giocare il ruolo principale per il risparmiatore.

Vedi anche differenza tra conto corrente e conto deposito.

Rendimento: tassi di interesse e condizioni

Rispetto agli scorsi anni, BBVA ha deciso di aumentare la remunerazione dei suoi prodotti attualmente disponibili per gli investitori italiani. In modo particolare, il tasso di interesse del conto deposito è stato portato al 3% per un deposito a 24 mesi. Questa offerta va a completare i diversi servizi che il gruppo bancario mette a disposizione dei propri clienti.

Per quanto riguarda le condizioni offerte da BBVA, la banca propone un conto deposito senza vincoli:

  • con un rendimento assicurato che equivale all’1% lordo anche per chi decide di cancellarlo prima dei 24 mesi;
  • a disposizione sia dei nuovi clienti che di quelli che hanno già sottoscritto un conto corrente con la banca;
  • sottoscrivibile per un importo minimo di 500 € e per un massimo che arriva a 50.000 €.

Per rendere ancora più chiara l’idea, proponiamo una simulazione che fa comprendere a quanto ammontano gli interessi annuali del proprio investimento. Ipotizzando una cifra di 30.000 €, si possono maturare 900 € lordi. Il ricavo netto sarà di 726 €, al quale sono state sottratte le tasse sul rendimento (che equivalgono a 234 €) e il bollo di 60 €. Precisiamo che i dati di questa simulazione sono puramente indicativi e non rappresentano un’offerta commerciale proposta da BBVA. Per poter ottenere un dato più preciso e veritiero si può scaricare l’applicazione ufficiale della banca, che consente di effettuare tale calcolo.

Vedi anche ritenuta fiscale interessi sul conto depositoconto deposito libero o vincolato?.

Apertura del Conto Deposito BBVA

Come spesso avviene per questa tipologia di servizio, anche BBVA richiede il possesso di requisiti specifici e la presentazione di un’apposita documentazione. Niente paura, perché la procedura è piuttosto semplice, intuitiva e rapida.

Per quanto concerne i requisiti, per aprire un conto deposito BBVA occorre:

  • aver raggiunto la maggiore età;
  • essere residenti all’interno dello Stato italiano;
  • essere in possesso di un codice fiscale italiano;
  • aver precedentemente aperto un conto corrente presso il gruppo bancario BBVA;
  • non essere soggetti a condanne relative all’ambito finanziario.

Per accedere al conto, poi, bisogna presentare la seguente documentazione obbligatoria, ovvero:

  • un documento di identità in corso di validità;
  • il codice fiscale;
  • un documento che attesti la provenienza dei fondi che l’investitore intende depositare sul proprio conto BBVA.

Gli step da seguire per procedere con l’apertura di BBVA conto deposito sono pochi, ma semplici. Eccoli:

  • effettuare la registrazione e il login al sito ufficiale di BBVA, anche tramite app;
  • entrare all’interno della sezione dedicata al proprio conto;
  • selezionare il servizio desiderato e cliccare su Apri il tuo conto deposito;
  • a questo punto il sistema chiederà di compilare un apposito modulo online che prevede l’inserimento dei dati personali e quelli relativi alla provenienza dei fondi da depositare;
  • verificare la correttezza dei dati;
  • confermare la richiesta di apertura del conto deposito BBVA.

Superati con successo tutti i passaggi, il cliente verrà contattato da un operatore della banca che chiederà qualche ultima informazione, per poi confermare l’apertura del conto. A quel punto sarà possibile depositare la somma desiderata, così da iniziare a usufruire dei vantaggi che questo servizio finanziario promette ai propri investitori.

L’apertura del conto deposito non prevede costi e può essere effettuata anche attraverso l’applicazione ufficiale, scaricabile sia su dispositivi Android che iOS (in entrambi i casi dagli store ufficiali). In questo caso, basterà selezionare le seguenti voci:

  • Attiva un servizio;
  • Risparmi e investimento,;
  • Deposito;
  • Attiva.

Accesso ai fondi e liquidità

Come anticipato, il conto deposito BBVA è uno strumento flessibile, che permette di svincolare la cifra depositata prima che scadano i 24 mesi, senza penali o costi di cancellazione. Chi decide di usufruire di questa opzione di accesso ai fondi si vedrà corrisposto un interesse dell’1% lordo, applicato al lasso di tempo in cui il conto deposito è risultato attivo.

La procedura può essere realizzata sia tramite il sito della banca, sua attraverso l’applicazione ufficiale. Sicuramente, si tratta di uno dei principali benefici che caratterizza il prodotto finanziario proposto da BBVA, che assicura ai risparmiatori un rendimento anche nel caso si decida di chiudere in anticipo il conto deposito.

Va anche evidenziato che i clienti possono decidere di aprire più di un conto allo stesso momento. In questo caso, verranno attivati dei conti separati per ogni deposito, ma la cifra totale versata non potrà andare oltre i 100.000 €.

Sicurezza e protezione dei fondi

Chi decide di aprire un conto deposito con BBVA viene tutelato attraverso appositi sistemi di sicurezza e di protezione dei propri fondi.

Uno di questi è quello che protegge l’utente durante l’accesso all’area clienti, che prevede l’autenticazione a due fattori e offre la possibilità di accesso con identificazione biometrica da app (ad esempio riconoscimento facciale, impronta digitale o iride). L’istituto comunica ai propri clienti anche i dati relativi all’ultimo accesso (data e ora), così da poter scoprire se qualche malintenzionato ha violato l’account.

Un altro sistema di sicurezza riguarda la chiusura della sessione. Se BBVA rileva che l’utente non è più attivo e ha lasciato la sessione di navigazione aperta, automaticamente la chiude, cosicché nessuno abbia l’opportunità di accedere ai dati. Inoltre, il cliente riceve un messaggio di avviso.

La sicurezza coinvolge anche la protezione delle credenziali immesse dall’utente. Infatti, BBVA sottolinea che le informazioni vengono criptate, in modo che nessuno possa riuscire a decifrarle. La password, ad esempio, viene trasformata in un codice specifico. Il sistema, in questo caso, cripta la password ogni qual volta viene immessa nella pagina di accesso, che viene poi confrontata con il codice salvato.

In casi estremi, per tutelare la sicurezza e la protezione dei fondi, BBVA può procedere con il blocco dell’account utilizzato per accedere ai servizi finanziari. Ciò può avvenire nei seguenti casi:

  • quando l’utente inserisce più volte dati di accesso errati, che non corrispondono a quelli reali;
  • quando viene rilevato un comportamento anomalo all’interno del conto. In questo caso, il blocco viene effettuato come azione preventiva.

A livello di sicurezza finanziaria bancaria, al momento BBVA ha un CET1 ratio che corrisponde al 14,4%, dato che supera persino gli standard richiesti dalla Banca Centrale Europea (BCE). Ciò vuol dire che è molto remota la possibilità di fallimento dell’istituto bancario, fattore che pone in maggiore sicurezza i fondi dei risparmiatori che aprono un conto deposito.

Infine, occorre sottolineare che per evitare il rischio di controparte, la BBVA fa parte del sistema di garanzia Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce a ogni risparmiatore una copertura fino a un massimo di 100.000 € in caso di difficoltà dell’istituto.

Come chiudere un Conto Deposito BBVA

Oltre all’apertura, quando si attiva un conto deposito bisogna anche conoscere la precisa procedura e le regole che riguardano la sua chiusura.

Per quanto riguarda, nello specifico, la chiusura del conto deposito BBVA, tale operazione può essere effettuata in qualsiasi momento, seguendo gli step indicati dall’istituto bancario.

I motivi per la chiusura possono essere svariati come, ad esempio, ragioni personali, la scelta di servizi di bancari che si adattano in modo migliore alle proprie esigenze finanziarie o il cambiamento della propria situazione a livello economico e finanziario.

Qualsiasi sia il motivo, è opportuno anche sapere quali sono i requisiti, gli step e la documentazione richiesta affinché la procedura vada a buon fine. Prima di iniziare l’iter, dunque, è consigliabile verificare:

  • le condizioni e i termini inseriti nella documentazione che BBVA fornisce al risparmiatore al momento dell’apertura;
  • se al conto deposito sono associati altri prodotti che dovrebbero essere trasferiti o cancellati prima della chiusura;
  • la presenza di eventuali operazioni transazionali in corso.

Dopo aver valutato questi aspetti, ci si può recare sul sito ufficiale di BBVA o si può utilizzare l’applicazione per firmare il documento che certifica l’estinzione del conto deposito. È preferibile conservare una copia di tale documentazione.

La chiusura del conto deposito, dunque, è una procedura che si può effettuare in totale autonomia. I passaggi precisi da seguire all’interno della piattaforma BBVA sono i seguenti:

  • cliccare sul proprio profilo;
  • andare su Dati personali e informazioni;
  • poi su Annullamento della registrazione dell’utente;
  • infine, su Chiudi conto.

Informazioni e Contatti

L’assistenza clienti offerta da Banca BBVA passa attraverso vari canali. Gli operatori del servizio clienti possono essere contattati tramite:

  • il numero verde 800 17 26 39, attivo 24 ore su 24;
  • i canali social ufficiali, cioè le pagine Instagram, Facebook o X (il vecchio Twitter, per chi non fosse a conoscenza del cambio di nome di questo social network);
  • con i messaggi nella sezione apposita dell’applicazione ufficiale. Tramite questo canale, non appena un operatore invia la risposta a una domanda, viene inoltrata una notifica al telefono dell’interessato. Non si tratta, infatti, di una live chat che permetterebbe invece all’utente di chattare in tempo reale con l’operatore.

Naturalmente, è preferibile non trasmettere dati e informazioni finanziarie e sensibili tramite i canali social. Tali strumenti sono più idonei per segnalare problematiche puramente tecniche e confrontarsi eventualmente con altri utenti presenti.

Per quanto riguarda i reclami ufficiali, i riferimenti da prendere in considerazione sono i seguenti:

  • per l’invio di posta ordinaria, l’indirizzo della sede di BBVA è Corso Giacomo Matteotti 10, 20121 – Milano;
  • per l’invio di posta elettronica, l’indirizzo è [email protected];
  • per l’invio di PEC, l’indirizzo è [email protected].

Dopo l’invio del reclamo, in genere l’ufficio di BBVA risponde in circa 60 giorni dalla ricezione della comunicazione.

OFFERTA CONSIGLIATA

Conto deposito BBVA

3 %

0

Flessibile

  • 3% di interesse lordo per depositi a 24 mesi
  • 1% di interesse lordo per svincolo anticipato
  • Nessuna spesa di apertura o chiusura
  • Deposito minimo di 500 €
Vedi offerta

Nota bene: le condizioni previste possono variare nel tempo. Assicurati di verificare le ultime condizioni aggiornate sul sito ufficiale della banca.

Conti deposito da non perdere

Per te che cerchi un investimento sicuro con un buon rendimento, consulta la classifica aggiornata dei migliori conti deposito del 2024.

Ultimo aggiornamento: 16/05/2024